Chi non deve presentare la dichiarazione MUD
 

Non devono presentare nessuna dichiarazione:

  • i soggetti che effettuano esclusivamente attività di trasporto dei propri rifiuti (solo per i rifiuti NON pericolosi);
     
  • i consorzi istituiti per il recupero di particolari tipologie di rifiuti che organizzano la gestione di tali rifiuti per conto dei consorziati;
     
  • le imprese e gli enti che producono rifiuti NON pericolosi e che abbiano un numero di dipendenti uguale o inferiore a 10. Sono quindi esonerati dalla denuncia i produttori di rifiuti non pericolosi con un numero di dipendenti uguale o inferiore a 10 derivanti da:
    - lavorazioni industriali
    - lavorazioni artigianali
    - fanghi derivanti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque
    - fanghi derivanti dalla depurazione delle acque reflue o dall'abbattimento di fumi.

Continuano invece ad essere esonerati in toto dalla presentazione della Dichiarazione MUD, a patto che abbiano prodotto solo rifiuti NON pericolosi:

  • le imprese che esercitano attività di demolizione o costruzione;
     
  • le imprese che esercitano attività di commercio o di servizio.

Non devono inoltre presentare la Dichiarazione MUD, anche in presenza di rifiuti pericolosi:

  • le imprese agricole di cui all'art. 2135 del Codice Civile;
     
  • i liberi professionisti che non operano in forma d'impresa;
     
  • i soggetti che svolgono le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio, piercing, agopuntura, podologo, callista, manicure, pedicure e che producono rifiuti pericolosi e a rischio infettivo.

Chi, durante l'anno 2016, non ha prodotto, trasportato, intermediato, recuperato o smaltito rifiuti, non deve presentare la dichiarazione.