Iscrizione al Registro delle Imprese di atti urgenti entro il 31 dicembre 2014


Anche quest'anno l'Ufficio del Registro delle Imprese di Milano intende assicurare, in vista della scadenza di fine anno, la rapida gestione delle richieste di iscrizione relative ad atti di costituzione, fusione e scissione. Negli ultimi giorni dell'anno sarà quindi garantita la tempestiva iscrizione di tali pratiche, se regolarmente presentate entro i termini sotto indicati.

Gli invii telematici (relativi a tali pratiche), regolarmente presentati e pervenuti entro le h. 15.00 di lunedì 29 dicembre, saranno resi certificabili entro il 31 dello stesso mese.

Non può essere assicurata l'iscrizione di atti/domande pervenuti dopo tale scadenza.

Imposta di bollo e diritti di segreteria su atto di cessione quote di Srl start-up innovativa
 

Si informa che, a seguito di indicazione dell'Agenzia delle Entrate, l'atto di cessione di quote di Srl iscritta nella sezione speciale del Registro Imprese in qualità di start-up innovativa è da considerarsi soggetto ad imposta di bollo, in quanto non si tratta di atto della società (esentata dall'imposta di bollo perché iscritta nella apposita sezione speciale), ma di atto dei singoli soci.
Per lo stesso motivo il suddetto deposito sconta il pagamento dei diritti di segreteria.
Pertanto, al momento del deposito dell'atto di trasferimento quote di start-up innovativa, nella distinta della pratica dovranno essere riportati gli estremi dell'autorizzazione per il prelievo del bollo in entrata e dovrà essere richiesto l'addebito automatico in protocollazione del bollo e dei diritti di segreteria.

Novità introdotte dal D.L. 91/2014
 

E' stato pubblicato il D.L. n. 91 del 24 giugno 2014 (Gazzetta Ufficiale n. 144 del 24.06.2014) in vigore dal 25 giugno 2014. Si riportano di seguito le principali novità introdotte.

  1. E' stato ridotto da 120.000 euro a 50.000 euro l'importo del capitale sociale minimo per la costituzione di una Spa (e di una Sapa in virtù del rimando dell'art. 2454 c.c. alle norme sulla Spa) - modifica dell'art. 2327 c.c. introdotta dall'art. 20 c. 7 del decreto legge.
     
  2. E' stato eliminato l'obbligo di nomina dell'organo di controllo (sindaco o revisore) per le Srl in caso di capitale sociale non inferiore a quello minimo previsto per le Spa (l'art. 20, co. 8 del decreto legge ha abrogato il secondo comma dell'art. 2477 c.c.). La modifica comporta che le Srl non sono più obbligate a nominare l'organo di controllo nel caso in cui il capitale sociale sia uguale o superiore a quello minimo previsto per le Spa (ora fissato a 50.000,00 Euro). La nomina dell'organo di controllo nelle Srl rimane quindi obbligatoria solo nei casi previsti dall'art.2477 comma 3 c.c.:
  • la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato
  • la società controlla altra società obbligata alla revisione legale dei conti
  • la società ha superato per due esercizi consecutivi due dei limiti indicati dal primo comma dell'art. 2435 bis c.c.:
    1) totale dell'attivo dello stato patrimoniale: 4.400.000 euro;
    2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 8.800.000 euro;
    3) dipendenti occupati in media durante l'esercizio: 50 unità.

L'obbligo di nomina dell'organo di controllo in base all'ammontare del capitale sociale viene meno anche per le società cooperative.


Sospensione feriale dei termini (dal 01/08 al 15/09) per atti di fusione e altri atti che prevedono termini analoghi
 

ll Giudice del Registro delle Imprese di Milano, in base all'orientamento espresso dal Tribunale di Milano (ordinanza 14 novembre 2011 in Giur. It., giugno 2012, p. 1351), ha comunicato che il termine di legge indicato dall'art. 2503 c.c. (Opposizione dei creditori all'atto di fusione) è soggetto alla sospensione feriale dei termini giudiziari (dal 1 agosto al 15 settembre di ogni anno).

L'Ufficio del Registro delle Imprese di Milano applicherà tale indicazione e pertanto non iscriverà gli atti di fusione e gli altri atti che prevedono termini analoghi (es. scissione, trasformazione eterogenea, riduzione volontaria del capitale sociale, istanza di cancellazione presentata in seguito ad approvazione tacita del bilancio finale di liquidazione, etc…) se trasmessi prima della scadenza dei termini ricalcolati tenendo conto della sospensione feriale.

Esempio:
Delibera di fusione iscritta nel Registro delle imprese di Milano in data 1 luglio. L'art. 2503 c.c. prevede un termine di 60 giorni per l'iscrizione dell'atto di fusione.
Alla data del 1 agosto (inizio della sospensione feriale) sono decorsi trenta giorni. I restanti trenta giorni inizieranno a decorre dalla fine della sospensione feriale, cioè dal 16 settembre (compreso) in poi. L'atto di fusione potrà quindi essere trasmesso all'Ufficio del Registro delle Imprese di Milano, per l'iscrizione, dal 16 ottobre.
 

Sei un PANIFICATORE e devi denunciare al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive presso il tuo Comune) il Responsabile dell'Attività di panificazione?
 

Consulta l'informativa e accedi al portale del tuo Suap telematico.

Dal 26/11/2013 è entrata in vigore la nuova legge regionale sui PANIFICATORI (L.R. Lombardia 7/11/2013, n. 10).

I panifici attivi alla data del 26/11/2013 comunicano al SUAP, entro 180 giorni (lun 26/05/2014*), il nominativo del responsabile dell'attività produttiva (il PANIFICATORE) ai fini dell'annotazione nel Registro delle Imprese, anche in assenza dei requisiti professionali

Si precisa anche che i panificatori esistenti alla data di attuazione dei corsi da parte della Giunta regionale avranno comunque 12 mesi di tempo per mettersi a regime coi corsi di formazione.

Il tuo Suap Telematico

Nota esplicativa di Regione Lombardia e in calce fac-simile di modulo

(*) Si segnala che l'adempimento non è soggetto a sanzione se effettuato dopo tale data.

Registro delle Imprese Storiche Italiane: riapertura delle iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni al Registro nazionale delle imprese storiche, reso disponibile sul sito istituzionale dell'Unioncamere (www.unioncamere.gov.it) istituito in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia allo scopo di incoraggiare e premiare quelle imprese che nel tempo hanno trasmesso alle generazioni successive un patrimonio di esperienze e valori imprenditoriali.

Possono iscriversi al registro tutte le imprese, di qualsiasi forma giuridica, iscritte nel Registro delle imprese ed attive, con esercizio ininterrotto dell'attività nell'ambito dello stesso settore merceologico, per un periodo non inferiore a 100 anni. Tale requisito deve essere maturato al 31 dicembre 2013 (ovvero, l'attività deve esistere almeno dal 1913)
 
Il termine per l'invio delle domande di iscrizione al registro, per quest'anno, è il 30 giugno 2014.
 
Per saperne di più consulta l'avviso completo (in formato pdf 127 kB)
Regolamento del Registro delle Imprese Storiche Italiane (in formato pdf 210 kB)
Domanda di iscrizione al Registro delle Imprese Storiche Italiane (in formato doc 31 kB)

Dal 1° aprile 2014 diventa obbligatoria la nuova modulistica informatica per il deposito di domande e denunce al Registro delle Imprese e al REA (già in vigore dal 1° febbraio 2014)

Con Decreto direttoriale del 18 ottobre 2013* (in formato pdf 2.518 kB), il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato le specifiche tecniche della nuova modulistica informatica per il deposito delle domande e delle denunce da presentare all'ufficio del Registro delle imprese e al REA.
Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la propria circolare n. 3668/C del 27/02/2014, ha inoltre approvato le istruzioni per la compilazione della nuova modulistica Registro Imprese/REA (in formato pdf 478 kB).

La nuova modulistica (versione 6.7) è entrata in vigore a partire dal 1° febbraio 2014.

Dal 1° aprile 2014, per il deposito di domande e denunce al Registro Imprese /REA è obbligatorio utilizzare i programmi informatici che hanno recepito le nuove specifiche tecniche, come la nuova release del software ComUnica Starweb, del software Fedra (FedraPlus 06.70) o altri programmi equivalenti.

Fino al 10 aprile sarà possibile utilizzare la vecchia modulistica (versione 6.6) per l’inoltro di ‘reinvii’ a regolarizzazione di pratiche sospese presentate con la vecchia modulistica. Da tale data sarà obbligatorio utilizzare la nuova versione della modulistica anche per queste pratiche.

Consulta l'elenco delle novità introdotte con l'ultima versione del software ComUnicaStarweb (in formato pdf 438 kB) in adeguamento alla nuova modulistica. 

Se vuoi scaricare la versione aggiornata del software FedraPlus e consultare le novità introdotte nell'ultima release in seguito all'entrata in vigore della nuova modulistica, consulta la pagina dedicata

* pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 260 del 6 novembre 2013 – Supplemento Ordinario n. 76

ATTENZIONE: con la nuova modulistica è stato introdotto l'obbligo di indicare il codice fiscale per tutte le persone fisiche che si iscrivono con una carica/qualifica nel registro imprese/REA, compresi i soggetti con cittadinanza straniera anche se residenti/domiciliati all'estero.
A partire dal 1° aprile 2014 quindi non potranno più essere iscritte persone fisiche senza codice fiscale.
I soggetti con cittadinanza estera dovranno preventivamente richiedere il proprio codice fiscale all'Agenzia delle Entrate ed indicarlo nell'apposito riquadro della modulistica.

Qui si parla di start-up innovative

Start-up innovativa e Incubatore certificato (art.25 e seguenti della Legge 221/2012)

Sono disponibili le guide, i modelli per la dichiarazione dei requisiti e altre informazioni sulle start-up innovative e gli incubatori certificati.

Tutte le informazioni

Prenota la telefonata di un operatore del Contact Center
Novità bilanci 2014

Istruzioni per la compilazione della modulistica relativa al deposito dei bilanci
Novità introdotte dalla circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 27/02/2014 (n. 3668/C)

Consulta la sezione dedicata
 

Manuali bilanci 2014

Sono stati pubblicati i manuali per il deposito dei bilanci al Registro delle Imprese - campagna bilanci 2014

Contratti di rete e consorzi con attività esterna: deposito del "bilancio" entro il 28 febbraio

Il deposito della situazione patrimoniale ("bilancio")  dei contratti di rete è stabilito dall'art. 3, comma 4 ter - numero 3) - del D.L. 10/02/2009 n. 5 che prevede l'obbligo, per i contratti di rete dotati di fondo patrimoniale, del deposito della situazione patrimoniale entro 2 mesi dalla chiusura dell'esercizio.
Il deposito deve essere fatto presso l'ufficio RI in cui il contratto di rete ha sede.

Il termine di approvazione e deposito dei bilanci non è derogabile ed è 2 mesi dalla chiusura dell'esercizio (28 febbraio per gli esercizi che si chiudono il 31/12).

Il bilancio deve essere allegato in formato XBRL.

Istruzioni specifiche relative al Deposito Situazione Patrimoniale Contratto di Rete

Analogamente, il deposito della situazione patrimoniale ("bilancio") dei consorzi  è stabilito dall'art. 2615 bis del Codice Civile che prevede l'obbligo della situazione patrimoniale entro 2 mesi dalla chiusura dell'esercizio (28 febbraio per gli esercizi che si chiudono il 31/12).

Istruzioni specifiche relative al deposito Situazione Patrimoniale

Codice identificativo internazionale per operatori finanziari LEI (Legal Entity Identifier)

I soggetti giuridici che operano sui mercati finanziari internazionali (imprese, fondi di investimento, ecc.) possono ottenere telematicamente il codice univoco di identificazione valido su scala internazionale denominato “Lei - Legal Entity Identifier” per la registrazione dei contratti derivati presso i trade repository  e per gli utilizzi previsti dalle autorità. Per ulteriori approfondimenti  http://lei-italy.infocamere.it
 

Imposta di bollo su istanza di cancellazione contestuale al deposito dell'atto di scioglimento senza liquidazione

A seguito di indicazione dell'Agenzia delle Entrate, l'istanza di cancellazione di una società di persone, presentata contestualmente al deposito dell'atto notarile di scioglimento senza messa in liquidazione (che sconta l'imposta di bollo tramite MUI) è autonomamente soggetta ad imposta di bollo.
Pertanto, al momento del deposito dell'atto, nella distinta della pratica vanno riportati gli estremi dell'autorizzazione al prelievo del bollo.

Aziende speciali ed istituzioni degli enti locali: obbligo di iscrizione, e di deposito dei propri bilanci, al Registro delle Imprese o al REA

Ai sensi del comma 5-bis dell'art. 114 del D. Lgs. 267/2000*, le aziende speciali e le istituzioni degli enti locali si devono iscrivere, e devono depositare i propri bilanci, al Registro delle Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (REA) entro il 31 maggio di ciascun anno.

In seguito alla modifica del citato comma 5-bis dell'art. 114 del D. Lgs. 267/2000, introdotta dalla legge n. 147/2013 (art. 1, comma 560), anche le aziende speciali e le istituzioni che gestiscono servizi socio-assistenziali ed educativi, culturali e farmacie (in precedenza escluse) sono soggette agli obblighi su indicati.

Bilancio dei consorzi di enti locali
La disciplina delle aziende speciali - comprese le norme relative al deposito dei bilanci d'esercizio - è applicabile anche ai consorzi di enti locali che effettuano l'attività di "Gestione dei servizi pubblici locali privi di rilevanza industriale" di cui all'art. 113 bis del Testo Unico Enti Locali (TUEL), come indicato all'art. 31 ultimo comma del TUEL medesimo.
Ne consegue che questi consorzi possono giovarsi dei termini previsti per il deposito dei bilanci delle aziende speciali (entro il 31/05) e non sono vincolati al termine di deposito indicato all'art. 2615 bis del codice civile (due mesi dalla chiusura dell'esercizio annuale).

Consulta la disposizione del Conservatore del Registro Imprese di Milano (in formato pdf 105 kB)  contenente le istruzioni operative per il corretto deposito, al Registro delle Imprese o al REA, della domanda di iscrizione e del proprio bilanco, da parte delle aziende speciali e delle istituzioni, costituite dagli enti locali.

* introdotto dall'art. 25, comma 2 del decreto legge n. 1/2012, convertito, con modificazioni, con la legge n. 27/2012; articolo successivamente modificato dalla legge n. 147/2013 (art. 1, comma 560).

Società di mutuo soccorso

Termine del 19 novembre 2013 per gli adempimenti relativi alle società di mutuo soccorso. Segue

Avviso

Il 30 settembre 2013 è scaduto il termine per comunicare al Registro Imprese/REA l'aggiornamento dei dati delle posizioni iscritte nei soppressi ruoli mediatori, agenti e rappresentanti di commercio e spedizionieri. Segue

Attestazioni SOA: aggiornamento d'ufficio dei dati certificati dal Registro Imprese ed eventuale disallineamento delle informazioni

I dati relativi alle attestazioni SOA, certificati dal Registro Imprese, vengono aggiornati d'ufficio nell'arco di 8-10 giorni, mediante il collegamento con il casellario informatico tenuto dall'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture.
Non devono pertanto essere inviate pratiche telematiche al fine di aggiornare le informazioni sulle attestazioni SOA contenute nella visura del Registro Imprese, con le risultanze del suddetto casellario delle imprese; per tali pratiche verrà richiesta dall'ufficio l'autorizzazione all'archiviazione.
Per eventuali disallineamenti, per un periodo superiore ai 10 giorni, tra le informazioni contenute nel casellario e i dati certificati dal Registro Imprese, è possibile inviare una segnalazione tramite il servizio di assistenza specialistica on-line del Registro Imprese, che provvederà a far aggiornare la posizione.

Nuovo modello di procura speciale per la presentazione delle pratiche ComUnica

Dal 1 luglio 2013 è disponibile il nuovo modello di Procura speciale per la presentazione di pratiche di Comunicazione Unica, che sostituisce tutte le precedenti versioni (non verrà accettata altra tipologia o versione di procura speciale).
La nuova procura speciale consente all'impresa non solo di eleggere domicilio presso l'intermediario per ricevere al suo indirizzo PEC tutte le comunicazioni, ma, per ora limitatamente agli adempimenti REA, anche di ricevere a quell'indirizzo PEC la notifica di eventuali sanzioni amministrative. Se la procura sarà sottoscritta dal legale rappresentante della società, presso l'incaricato verrà effettuata anche la notifica delle eventuali sanzioni alla società, come obbligato in solido.
Infine, con questa nuovo modello di procura l'incaricato procederà direttamente al pagamento delle sanzioni, permettendo al Registro Imprese di trattenere quanto dovuto, attraverso la piattaforma dei pagamenti elettronici presente nella ComUnica, ed evitando in questo modo di dover compilare bollettini di conto corrente postale e dover inoltrare la documentazione di avvenuto versamento via PEC o fax.
Si precisa che, solo utilizzando il nuovo modello di procura speciale l'intermediario (commercialista, notaio…) si potrà avvalere della nuova modalità per il pagamento della sanzione REA e quindi potrà ricevere la notifica della sanzione via PEC per conto del proprio cliente e pagare direttamente la sanzione.
Non sarà sufficiente a tale scopo, la sola dichiarazione di ricevimento dell'incarico da parte dell'obbligato, resa dal dottore/ragioniere commercialista o dal notaio all'interno del modello Note della modulistica.

Rilascio delle tessere personali di riconoscimento per gli agenti di affari in mediazione

Sono state pubblicate le modalità per la richiesta della tessera personale di riconoscimento, munita di fotografia e conforme al modello ministeriale, da parte di coloro che esercitano l’attività di agente di affari in mediazione, che hanno l'obbligo di iscriversi nel registro delle imprese.
Consulta le informazioni relative a chi può richiedere la tessera e le modalità di richiesta.

 

Massime dei Conservatori e Notai della Lombardia su trasferimenti di quote e di azienda sottoposti a condizione sospensiva, risolutiva o con riserva di proprietà

 

Vengono pubblicate le ultime due massime dell'osservatorio permanente dei Conservatori dei Registri delle Imprese e dei Notai della Lombardia, riguardanti l'iscrizione degli atti di trasferimento di quote di Srl e di azienda sottoposti a condizione sospensiva, risolutiva o con riserva di proprietà.

Consulta le massime (in formato pdf 18 kB) 

Indicazioni operative per il deposito degli atti di trasferimento di quote di Srl sottoposti a condizione sospensiva, risolutiva o con riserva di proprietà (in formato pdf 57 kB) 

Indicazioni operative per il deposito degli atti di trasferimento di azienda sottoposti a condizione sospensiva, risolutiva o con riserva di proprietà (in formato pdf 55 kB)

 

Avviso
Cancellazione d'ufficio delle imprese individuali (DPR 247/2004)

Viene pubblicato, in data 27/06/2013, l'elenco (in formato pdf- 98 kB) delle imprese individuali per le quali il Giudice del Registro delle Imprese, con provvedimento n. 35/2013 del 20/06/2013, ha disposto la cancellazione d'ufficio ai sensi del DPR 247/2004; si tratta delle imprese individuali risultate irreperibili in seguito alla notificazione dell’avvio del procedimento di cancellazione, effettuata mediante invio di lettera raccomandata. Segue


 

Avviso
Registro nazionale dei gas fluorurati ad effetto serra

Dall'11 giugno 2013 è scattato l'obbligo di iscrizione nel Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese che installano, riparano o ​compiono manutenzioni su impianti e apparecchiature fisse contenenti gas fluorurati ad effetto serra (v. art. 8 dpr 43/2012, dove sono elencate, più dettagliatamente, tutte le attività economiche interessate - in formato pdf 60 kB).


Tra i soggetti obbligati all'iscrizione vi rientrano le persone fisiche e le imprese che svolgono attività di:

a) installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati ad effetto serra;

b) installazione manutenzione o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti gas fluorurati ad effetto serra;

Per svolgere le attività economiche sopra ricordate è necessario iscriversi in via telematica nel nuovo registro, gestito in Lombardia dalla Camera di Commercio di Milano.
Il registro delle imprese non riporta, al momento, informazioni sulle iscrizioni nel nuovo Registro nazionale delle persone e delle imprese abilitate ad operare nei settori economici sopra ricordati. L'iscrizione nel nuovo registro è ​comunque ​ verificabile collegandosi via internet al sito www.fgas.it ​ oppure richiedendo all'impresa installatrice, riparatrice, manutentrice, l'apposito certificato previsto dall'art. 9 comma 5 del dpr 43/2012

Errori più frequenti riscontrati sulle pratiche di rinnovo degli organi sociali

Per fornire un supporto nella corretta preparazione delle pratiche telematiche di rinnovo degli organi sociali, in particolare in occasione delle prossime scadenze tra maggio e luglio, l'Ufficio del Registro delle Imprese di Milano ha ritenuto utile predisporre una raccolta degli errori più frequentemente compiuti su questo tipo di pratiche, accompagnata dalle prassi corrette da seguire.

Consulta l'elenco degli errori più frequenti nelle pratiche di rinnovo cariche e le indicazioni per evitarli (in formato pdf 114 kB)

Società tra professionisti – iscrizione nella sezione speciale

Il 22 aprile 2013 è entrato in vigore il regolamento attuativo* per le società tra professionisti.

Da questa data i professionisti iscritti in Ordini e Collegi (architetti, ingegneri, commercialisti, geometri, notai etc…) possono svolgere la propria attività, regolamentata nel sistema ordinistico, anche in forma societaria. Tale società tra professionisti (STP) deve essere iscritta nel Registro delle Imprese e negli albi o registri tenuti presso l'Ordine o il Collegio professionale di appartenenza dei soci professionisti.  Segue

* decreto n. 34/2013, in G.U. n. 81 del 6 aprile 2013

 

Comunicazione della propria PEC al Registro Imprese, da parte del curatore fallimentare, del commissario giudiziale e del commissario liquidatore

Il curatore fallimentare, il commissario giudiziale nominato a norma dell'art. 163 del R.D. n. 267/1942, il commissario liquidatore e il commissario giudiziale nominato a norma dell'art. 8 del D.Lgs. n. 270/1999, entro dieci giorni dalla propria nomina, devono comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, per l'iscrizione al Registro Imprese (art. 1, comma 19 della legge n. 228/2012*).

La comunicazione della PEC da parte del curatore è soggetta al pagamento del solo diritto di segreteria da 10,00 Euro.

Il ritardo nella comunicazione comporta l’applicazione della sanzione amministrativa di cui all’art. 2194 c.c.

ATTENZIONE: la PEC del curatore/commissario giudiziale/commissario liquidatore, si riferisce alla procedura concorsuale in atto e non all'impresa e pertanto non può essere comunicata in sostituzione della PEC dell'impresa, ma solo in aggiunta alla stessa.

Modalità di deposito della comunicazione (in formato pdf 51 kB)

* pubblicata nella G.U. n. 302 del 29/12/2012 ed in vigore dall'1 gennaio 2013.

Le altre news dal Registro Imprese

  • Obbligo, per le imprese individuali, di comunicare la propria PEC al Registro delle Imprese. segue
     
  • Società a responsabilità limitata semplificata e a capitale ridotto. segue
     
  • Mancata comunicazione della pec e obbligo di sospendere le richieste/denunce presentate all'ufficio del registro delle imprese. segue
     
  • Informazioni sul deposito della comunicazione PEC. segue
     
  • SRL E SPA: aggiornata la normativa in tema di iscrizione dell'organo di controllo. segue
     
  • STARWEB - per la presentazione on-line con ComUnica delle domande e denunce al Registro Imprese. segue
     
  • Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa. segue

 


Società semplificata a responsabilità limitata

L'art. 3 del Decreto Legge n. 1 del 24/01/2012* (pubblicato sulla G.U. n. 19 del 24/01/2012 ed in vigore dalla stessa data), ha introdotto la possibilità di costituire un nuovo modello di società: la 'Società semplificata a responsabilità limitata' (nuovo art. 2463 bis c.c.).
Lo stesso decreto legge (art. 3 comma 2) prevedeva inoltre la successiva emanazione di un apposito decreto interministeriale che tipizzasse lo statuto standard della Srl semplificata e ne individuasse i criteri di accertamento delle qualità soggettive dei soci.
Il decreto interministeriale n. 138 del 23/06/2012, che ha approvato lo statuto standard della Srl semplificata, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14/08/2012 ed è entrato in vigore il 29/08/2012.
Da tale data quindi è possibile costituire la società semplificata a responsabilità limitata e successivamente depositare al Registro delle Imprese la relativa domanda di iscrizione.

ISCRIZIONE DI SRL SEMPLIFICATA E CONTESTUALE COMUNICAZIONE DELL'UNICO SOCIO
In questo caso la domanda di iscrizione della Srl semplificata è soggetta al pagamento dell'imposta di bollo (euro 65,00) e del diritto di segreteria (euro 90,00), poiché la comunicazione di socio unico, pur essendo contestuale alla richiesta di iscrizione dell'atto costitutivo, è da considerarsi un adempimento distinto dall'iscrizione stessa, per il quale vi è inoltre un diverso legittimato al deposito. 

Consulta le modaità di deposito al registro imprese dell'atto costitutivo di srl semplificata.

* convertito, con modificazioni, nella legge n. 27 del 24/03/2012, pubblicata sulla G.U. n. 71 del 24/03/2012 - Supplemento Ordinario n. 53.

Obbligo, per le imprese individuali, di comunicare la propria PEC al Registro delle Imprese


La legge 17 dicembre 2012, n. 221*, in vigore dal 19 dicembre 2012, ha convertito con modificazioni il decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 (Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese)**, in vigore dal 20 ottobre 2012, ed ha confermato (art. 5) l'obbligo, per le imprese individuali (comprese le imprese artigiane), di comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.)  per l'iscrizione nel Registro delle Imprese.

Pertanto, dal 20 ottobre 2012, tutte le domande di prima iscrizione di impresa individuale al Registro Imprese, devono obbligatoriamente contenere la comunicazione dell'indirizzo P.E.C. dell'impresa.

La citata legge di conversione, ha inoltre confermato l'obbligo di comunicare la propria PEC anche per le imprese individuali, già iscritte nel Registro delle Imprese prima dell'entrata in vigore del suddetto decreto legge, che risultano attive e non soggette a procedure concorsuali, apportando però le seguenti modifiche:

  • è stato anticipato al 30 giugno 2013 il termine ultimo, per le suddette imprese già iscritte, di provvedere all'iscrizione del proprio indirizzo P.E.C.
  • è stato previsto che, in mancanza della comunicazione entro il 30 giugno 2013 della propria P.E.C. da parte di tali imprese, il Registro Imprese sospenderà a partire dal 1 luglio 2013, ogni domanda di iscrizione da queste presentata, in attesa che la stessa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata dell'impresa, e comunque per 45 giorni; trascorso tale periodo, in mancanza di regolarizzazione, la domanda si intende non presentata.
    Eccezione: non verranno sospese le istanze di cancellazione presentate dalle imprese individuali al Registro Imprese anche se, al momento del deposito della domanda, le stesse non avranno ancora comunicato la propria PEC al Registro Imprese.
    Infatti, come chiarito dal Ministero dello Sviluppo Economico con propria circolare n. 3664/C del 02/12/2013, le imprese individuali (anche artigiane) iscritte al Registro delle Imprese prima del 20/10/2012 e che presentano l’istanza di cancellazione dal Registro delle Imprese, non sono soggette all’obbligo di comunicare la propria PEC, in quanto imprese non più attive al momento della richiesta di cancellazione.

La domanda di iscrizione del solo indirizzo PEC è esente dall'imposta di bollo e da diritti di segreteria.


* pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 294 del 18/12/2012
** pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 19/10/2012

Consulta le disposizioni del Conservatore del registro imprese sull'argomento.

Ulteriori informazioni sulla PEC e su come comunicarla al registro imprese.

Soppressione società a responsabilità limitata a capitale ridotto
 

Il D.L. n. 76/2013 (art. 9 comma 14), in vigore dal 28/06/2013 e convertito con legge n. 99/2013, con la modifica dell'art. 44 del D.L. n. 83/2012, ha soppresso la SRL a capitale ridotto.
Le SRL a capitale ridotto, iscritte nel Registro delle imprese alla data del 28 giugno 2013, sono qualificate come SRL semplificate (art. 9, comma 15 del D.L. n. 76/2013).

MANCATA COMUNICAZIONE DELLA PEC E OBBLIGO DI SOSPENDERE LE RICHIESTE/DENUNCE PRESENTATE ALL'UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE

Il 29 novembre 2011 è scaduto il termine di comunicazione dell'indirizzo p.e.c. delle società (già iscritte alla data del 29 ottobre 2008) agli uffici del registro delle imprese (art. 16, comma 6, d. l. 29 novembre 2008, n. 185, convertito in legge 28 gennaio 2009, n. 2).
In proposito l'art. 37 della recente legge n. 35/2012 prevede che:
"L'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa costituita in forma societaria che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata".
Per tale motivo l'Ufficio del Registro delle Imprese di Milano deve sospendere immediatamente - fino all'iscrizione della PEC della società e, comunque, per un massimo di tre mesi, senza applicare alcuna sanzione - tutte le richieste di iscrizione o modificazione riferite a società, anche artigiane, che non hanno adempiuto all'obbligo sopra ricordato (o che hanno comunicato indirizzi pec non validi), salvo alcune eccezioni alla regola generale.

Attenzione: In conformità al parere del Consiglio di Stato, diffuso dal Ministero dello Sviluppo Economico con propria circolare n. 3660/C del 24/04/2013, l'Ufficio del Registro delle Imprese, decorsi inutilmente i tre mesi di sospensione, se la società non avrà nel frattempo provveduto a comunicare il proprio indirizzo PEC, procederà a respingere la domanda/denuncia presentata (ad eccezione di alcune tipologie di domande/denunce). 

Importante
Al momento della sospensione, l'Ufficio del Registro Imprese invia all'indirizzo mail inserito nella pratica telematica ed indicato nei campi 4 e 5 del modello ‘Comunica'  un'informativa standard con la quale specifica che durante il periodo di sospensione l'Ufficio del Registro Imprese non effettua alcuna attività istruttoria sulla pratica. La pratica viene quindi presa in esame soltanto al termine del periodo di sospensione di tre mesi (o in un momento precedente se  l'impresa provvede ad iscrivere, durante i tre mesi, il proprio indirizzo PEC).
L'obbligo di sospendere le pratiche riguarda, in genere, le domande o denunce R.I. o REA riferite a:
  • società di capitali (S.p.a., s.r.l. S.a.p.a.);
  • società di persone (s.n.c., s.a.s., s.s.);
  • società cooperative;
  • sedi secondarie di società straniere;
  • società consortili per azioni o a responsabilità limitata.

Sono escluse dall'applicazione della regola della sospensione obbligatoria le pratiche relative ai consorzi.

ECCEZIONI ALLA REGOLA GENERALE

Per quanto attiene alle richieste di iscrizione presentate dalle società sopra indicate, va tenuto presente che non saranno sospesi i 'depositi' dei bilanci d'esercizio. Allo stesso modo non verranno sospese:
a)le richieste di iscrizione che contengono, al loro interno, anche la comunicazione dell'indirizzo PEC;
b)le richieste di iscrizione presentate dai curatori delle società fallite sino a quando il fallimento è in corso;
c)le richieste di iscrizione dei fallimenti provenienti dai tribunali;
d)le richieste di cancellazione delle società dal registro delle imprese;
e)le richieste di iscrizione di atti di trasferimento di partecipazioni in srl;
f)le richieste di iscrizione di atti giudiziari (se iscrivibili). Queste ultime, per evitare la sospensione del procedimento, devono tuttavia essere segnalate anche all'indirizzo mail telemaco.milano@mi.camcom.it riportando i loro estremi identificativi (es. n. di protocollo della pratica o n. REA dell'impresa a cui l'atto giudiziario si riferisce etc...).


Queste indicazioni sostituiscono le precedenti, del 7 maggio 2012, pubblicate su questo sito internet. 

Il Conservatore del Registro delle Imprese di Milano
Gianfrancesco Vanzelli
Milano, 9 ottobre 2012

Informazioni sul deposito della comunicazione PEC

Per la richiesta di iscrizione non si devono pagare diritti di segreteria o imposta di bollo.

Le imprese diverse dalle imprese individuali e dalle società (es. consorzi, GEIE, associazioni...), non sono obbligate al deposito di questa comunicazione; nel caso in cui venga depositata, sono dovuti diritti di segreteria ed imposta di bollo.

Una PEC per la tua impresa

 


 SRL E SPA: aggiornata la normativa in tema di iscrizione dell'organo di controllo

Il 7/4/2012 è entrata in vigore la Legge 35/2012 che ha convertito il D.L. 5/2012 e apportato delle modifiche alla nuova disciplina riguardante l'iscrizione del sindaco unico nelle SRL e nelle SPA.

SRL (art 2477 c.c.)
Viene confermato quanto già stabilito dal D.L. 5/2012:
l'atto costitutivo può prevedere la presenza di un organo di controllo monocratico (sindaco unico) o collegiale, oppure di un revisore purchè iscritto nel registro dei revisori dei conti.
Nel caso in cui lo Statuto non preveda diversamente, l'organo di controllo è formato da un solo membro effettivo.
La nomina dell'organo di controllo o del revisore è obbligatoria se:

  • il capitale sociale è pari o superiore a quello minimo stabilito per le Società per Azioni

oppure se, per la società, ricorrono i seguenti presupposti:

  • la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato
  • controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti 
  • per due esercizi consecutivi ha superato due dei limiti indicati dal primo comma dell'articolo 2435-bis.

SPA (art. 2397 c.c.)
L'art 14 della legge 183/2011 (in vigore dall'1/1/2012 ed efficace sino al 9/2/2012) aveva introdotto la possibilità anche per le SPA di nominare, entro certi limiti, il sindaco unico.
L'art. 35 del Decreto Legge 5/2012 (in vigore dal 10/2/2012 al 6/4/2012) aveva confermato tale possibilità, pur modificandone la disciplina.
La Legge n. 35/2012, in vigore dal 7/4/2012, non ha confermato quanto previsto dal d.l. 5/2012 e ha abrogato il comma 3 dell'art. 2397 c.c., introdotto dalla legge n. 183/2011.
Per le spa non esiste più, pertanto, la possibilità di nominare il sindaco unico: il collegio sindacale è sempre obbligatorio.

 


STARWEB - per la presentazione on-line con ComUnica delle domande e denunce al Registro Imprese

  Comunica Starweb è un applicativo on-line, che permette di predisporre ed inviare al registro imprese, all'Inps, all'Inail e all'Agenzia delle Entrate, con la Comunicazione Unica (art. 9 legge 40/2007), alcune tipologie di pratiche telematiche, direttamente via web e senza l'utilizzo del software FedraPlus (o programmi equivalenti) da installare sul proprio computer.

Per saperne di più...

 

Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa

Logo ComUnicaDal 1 aprile 2010 la Comunicazione Unica è obbligatoria per tutte le imprese, incluse le imprese individuali

A partire da tale data, le pratiche al Registro delle Imprese devono essere presentate esclusivamente per via telematica. Le domande di iscrizione delle imprese individuali non possono più essere presentate con modalità cartacea né inviate per posta

La regolarizzazione di pratiche sospese, presentate o inviate telematicamente entro il 31 marzo, deve essere effettuata con la stessa modalità utilizzata per la presentazione della prima pratica (ad es. se la prima pratica è stata presentata con Telemaco deve essere regolarizzata con lo stesso canale, analogamente, se spedita con ComUnica è necessario effettuare le correzioni sempre attraverso il software di ComUnica).

Importante: la Regione Lombardia ha stabilito l'obbligo della Comunicazione Unica anche per la presentazione delle domande all'Albo delle Imprese Artigiane; pertanto, anche le pratiche artigiane non possono più essere presentate con modalità cartacea, ma solo telematicamente. Segue

Per saperne di più sulla Comunicazione Unica, visita il sito http://www.registroimprese.it/dama/comc/comc/IT/cu/

 

 Iscrizione obbligatoria nel RI dell'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) delle società

Obbligo di utilizzo del formato pdf/a per l'iscrizione degli atti nel Registro Imprese

Pubblicata la comunicazione degli Uffici del Registro Imprese della Lombardia, riguardante l'obbligo di iscrizione, nel registro imprese, dell'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) delle società (art. 16, comma 6, decreto legge 185/2008, convertito in legge 2/2009) e l'utilizzo obbligatorio del formato pdf/a per l'iscrizione degli atti nel registro delle imprese (art. 6 DPCM 10 dicembre 2008).
Consulta la comunicazione (in formato pdf 347 kB).

Info Cariche sociali: una risposta alle tue domande

Info Cariche sociali: una risposta alle tue domande