In evidenza


E' scaduto il 30 aprile 2016 il termine per la presentazione del MUD relativa all'anno 2015. Per il ritardo o per la mancata presentazione sono previste sanzioni.

La presentazione effettuata entro 60 giorni dalla scadenza comporta l'applicazione di una sanzione da 26,00 euro a 160,00 euro.

La presentazione oltre i 60 giorni dalla scadenza, l'omessa dichiarazione e la dichiarazione incompleta o inesatta comportano una sanzione da 2.600,00 euro a 15.500,00 euro. 

Ti serve aiuto?
Self-service informativo per ottenere  risposte in 2 click!


Il MUD (o comunicazione annuale al catasto dei rifiuti) è un modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dal comune e quelli smaltiti, avviati al recupero, trasportati o intermediati nell'anno precedente la dichiarazione.

La scadenza per la consegna della dichiarazione MUD è fissata al 30 aprile di ogni anno e sino alla piena entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI).


Le informazioni, relative all'anno 2015, devono essere comunicate entro il 30 aprile 2016 (il sabato non è un giorno festivo e quindi non vi è nessun differimento di tale termine). Previste sanzioni per ritardi.

 

Ti aiutiamo con alcuni strumenti semplici e immediati:

 

Il modello da presentare è differente a seconda delle seguenti categorie:

Soggetti non obbligati alla presentazione del MUD
Verifica i soggetti che non devono presentare la dichiarazione.
Il 2 febbraio 2016 sono entrate in vigore novità in materia di semplificazione della gestione dei rifiuti speciali per alcune attività: le imprese agricole di cui all'art. 2135 del Codice Civile e i soggetti che esercitano attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 che producono rifiuti pericolosi (compresi quelli aventi codice CER 18.01.03*, relativi ad aghi, siringhe e oggetti taglienti usati) possono assolvere l'obbligo di registrazione sul registro di carico e scarico dei rifiuti e l'obbligo della comunicazione MUD al Catasto dei rifiuti attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto. Inoltre tali soggetti non sono obbligati all'iscrizione al SISTRI.

 

Riferimenti normativi

Modello da utilizzare per la comunicazione rifiuti semplificata: D.P.C.M. 21 dicembre 2015 che conferma il D.P.C.M. 17 dicembre 2014 pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 97 alla Gazzetta Ufficiale.

Catalogo europeo dei rifiuti: Decisione 2014/955/UE, entrata in vigore il 1 giugno 2015.

Semplificazioni per alcuni tipi di attività: Legge del 28/12/2015 n. 221 che modifica in parte il DL del 6/12/2011 n. 201, convertito dalla Legge del 22/12/2011 n. 214 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 13 del 18 gennaio 2016.