Mud 2015
Preoccupato per i nuovi adempimenti sul MUD?

Ti aiutiamo con due strumenti semplici e immediati:

 

Prenota la telefonata di un operatore del Contact Center
Guida multimediale per la compilazione del MUD 2015


Anche quest'anno la Camera di Commercio di Milano/Servizio Adempimenti Ambientali mette a disposizione delle imprese la guida multimediale per la compilazione del MUD 2015:
 

Guida MUD 2015

MUD 2016
 

Ecocerved mette a disposizione una nuova procedura di compilazione della Comunicazione Semplificata online.
Come fare:
- registrarsi
- compilare il MUD semplificato online
- stamparlo per la firma
- inviarlo tramite raccomandata

 

Il D.P.C.M. 21 dicembre 2015  pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 dicembre 2015, stabilisce che il modello di dichiarazione, previsto dal D.P.C.M. 17 dicembre 2014 e pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 97 alla Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 299 del 27 dicembre 2014 è confermato.

Il modello, già utilizzato nel 2015, sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare entro il 30 aprile 2016 ed entro il 30 aprile di ogni anno, con riferimento all'anno precedente e sino alla piena entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI).

Non vi sono modifiche rispetto alla dichiarazione presentata nel 2015.

Il catalogo europeo dei rifiuti è stato modificato dalla Decisione 2014/955/UE, entrata in vigore il 1 giugno 2015, che introduce tre nuovi codici e modifica la descrizione di un codice.

Il modello si articola, a seconda dei soggetti obbligati, nelle seguenti Comunicazion:

Le informazioni, relative all'anno 2015, devono essere comunicate, secondo le modalità illustrate, entro il 30 aprile 2016.

Semplificazioni relative a registri di carico e scarico dei rifiuti e MUD per alcuni tipi di attività.
 

Il Decreto-Legge del 6/12/2011 n. 201, recante "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 284 del 6 dicembre 2011, convertito dalla Legge del 22/12/2011 n. 214, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 27 dicembre 2011, ha emanato alcune disposizioni in materia di semplificazione della gestione dei rifiuti speciali per alcune attività.

Infatti al Titolo IV, Capo III,  l'art. 40 comma 8 dispone che " i soggetti che svolgono le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio, piercing, agopuntura, podologo, callista, manicure, pedicure e che producono rifiuti pericolosi e a rischio infettivo (CER 180103: aghi, siringhe e oggetti taglienti usati) " possono assolvere l'obbligo di registrazione sul registro di carico e scarico dei rifiuti e l'obbligo della comunicazione MUD al Catasto dei rifiuti, attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto.

Tale semplificazione è tuttora in vigore, pertanto i soggetti sopra indicati non sono tenuti alla presentazione del MUD 2016.